2apreilbresciaautismo27 marzo - 2 aprile 2017| Un ricco programma di iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento della città.

Con il contributo di
Fo.Bap, Anffas Brescia, Congrega della Carità Apostolica e Fondazione Dominique Franchi
è sorto AUTISMINSIEME: FONDO A FAVORE DI MINORI CON DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO.
Lo scopo è sostenere bambini e ragazzi bresciani con diagnosi di autismo.

 

e-mail autisminsieme@congrega.it | telefono 030.291561 | fax 030.3751303 
Donazioni: IBAN IT 29 T 08676 54880 000000117236 causale: Donazione Fondo autismo

AUTISMO E AUTISMI 
COSA SI PUÒ FARE?

L’autismo non è un disturbo facile da identificare, a causa della molteplicità dei sintomi e della diversa gravità con cui questi si possono manifestare. Il mondo scientifico, da qualche anno, più che all'autismo preferisce riferirsi ai disturbi dello spettro autistico (DSA), categoria che comprende vari sintomi ad intensità variabile. I principali, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, sono la difficoltà relazionale e comunicativa, la resistenza ai cambiamenti, la fatica ad interagire con il contesto sociale e la presenza di stereotipie e ritualità. 
L´autismo è dunque uno spettro, che dalle manifestazioni più eclatanti giunge fino a mescolarsi alla normalità. Si muove su più dimensioni: non ci sono solo casi più o meno gravi, ma anche molte forme diverse ed altrettante modalità. Considerando tutte le manifestazioni del disturbo, al mondo 1 persona su 88 sarebbe autistica
Si fa un gran parlare dell'aumento vertiginoso dei casi: tra il 1990 e il 2000 alcune analisi epidemiologiche hanno evidenziato un’impennata, registrata in particolare negli Stati Uniti e in Inghilterra. Sembra tuttavia plausibile che un tale incremento sia riconducibile ad una maggiore sensibilità sul tema, a migliori strumenti diagnostici e alla scelta di evidenziare come DSA anche forme lievi, che prima non lo erano. 
In Italia le persone con disturbi dello spettro autistico sarebbero almeno 600.000, con stime che si spingono fino a 1.400.000. Recentemente l’ATS ha informato che in provincia di Brescia (Valle Camonica esclusa) sarebbero 850 le persone affette da autismo. Tra queste, i minori sarebbero 662, per l'80% maschi: è ormai ampiamente condiviso che la sindrome ha un’incidenza maggiore tra gli individui di sesso maschile, per motivi probabilmente legati al corredo genetico.


Per l’autismo non esiste una cura, tuttavia trattamenti precoci – condotti sui bambini già dalla tenerissima età – possono incidere in maniera significativa. Se i piccoli sono seguiti quotidianamente in un percorso educativo mirato, in rete con scuole, famiglie e servizi sanitari, la qualità della loro vita presente e futura può migliorare considerevolmente: è possibile giungere a sviluppare un vero e proprio progetto di vita sociale. Gli interventi educativi sono dunque rivolti ai bambini e, in ugual misura, a genitori ed insegnanti: il minore riceve così un trattamento intensivo e condiviso da tutte le principali figure che si relazionano con lui. 
La Lombardia è tra le regioni più all’avanguardia per la diagnosi del disturbo, lo studio delle problematiche correlate e la formazione delle famiglie, degli insegnanti e di quanti formano la rete relazionale della persona autistica, tuttavia i servizi che si occupano di prendere in carico i minori si rivelano ancora inadeguati a coprire le concrete necessità delle famiglie.

Il Fondo Autisminsieme

A sostegno per i bambini di Brescia e provincia

Da queste premesse, nel 2015 Fo.Bap Onlus, Anffas Brescia Onlus, Congrega della Carità Apostolica e Fondazione Dominique Franchi Onlus hanno promosso il Fondo AUTISMINSIEME, uno strumento di sensibilizzazione e di raccolta fondi per i minori bresciani con disturbo dello spettro autistico. Oltre al supporto diretto a centri specializzati e ad analoghe iniziative, tra i suoi obiettivi vi sono la sensibilizzazione e la diffusione di una qualificata conoscenza sul tema. Le famiglie non devono più essere lasciate sole nel loro percorso e devono avere quanto meno la possibilità di provare di garantire un futuro migliore ai propri figli: insieme, noi possiamo fare qualcosa per loro!
L’azione dei promotori è stata ispirata dalla considerazione che solo il 20% dei minori autistici della provincia di Brescia riesce ad usufruire dei servizi qualificati presenti sul territorio: i centri specializzati a cui è possibile accedere gratuitamente, infatti, hanno un numero di posti limitato, mentre quelli a pagamento hanno costi inaccessibili alla maggior parte delle famiglie. Il Centro “Francesco Faroni”, gestito da Fo.Bap Onlus a marchio Anffas, rappresenta una realtà di riferimento per la provincia e, ad oggi, accoglie 80 bambini e ragazzi tra i 2 e i 21 anni. Considerato un modello all'avanguardia nel trattamento dei disturbi dello spettro autistico, deve tuttavia fare i conti con alcune criticità, prima fra tutte l'incertezza sul finanziamento pubblico: il Centro opera infatti in regime di proroga, non senza la preoccupazione di un’interruzione dei sussidi pubblici che, di fatto, impedirebbe alle famiglie di accedere ancora gratuitamente ai servizi.

CHI SOSTENIAMO

Il Fondo Autisminsieme è nato con l'intento di venire in aiuto a bambini e ragazzi bresciani affetti da disturbo dello spettro autistico, ciò attraverso un supporto diretto o per il tramite dei centri specializzati e dei servizi attivi sul territorio. Le donazioni saranno così finalizzate, di volta in volta, ad esigenze specifiche individuate dal Fondo stesso o dai suoi diretti sostenitori. I servizi specifici che operano nella provincia di Brescia potranno inviare le proprie segnalazioni o presentare richiesta per progetti ed iniziative che riguardino i minori affetti da questo disturbo.

Centro Abilitativo Francesco Faroni

All'avanguardia per il trattamento degli autismi

Il Centro abilitativo per minori "Francesco Faroni” gestito da Fo.Bap Onlus a Marchio Anffas, è una struttura all’avanguardia in grado di accogliere minori con disturbi dello spettro autistico di età compresa tra i 2 e i 21 anni.

Progetto Piccolissimi

L'importanza del trattamento precoce


Interventi sperimentali rivolti a bambini con diagnosi molto precoce di autismo (18 - 36 mesi).


In collaborazione con l'Associazione Autismando, un ricco programma di iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento della città.

Contatti

Congrega della Carità Apostolica
via Mazzini 5 - 25121 Brescia
Telefono 030.291561
Fax 030.3751303
 
 

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta aggiornato sulle attività della Congrega e delle Fondazioni amministrate
Please wait