Quartiere Mazzucchelli, cantiere #OltreLaStrada: conclusa la prima palazzina

Martedì, 15 Ottobre 2019 13:28

Grazie al concorso di molti enti, pubblici e privati, il progetto presentato da Brescia per via Milano ha potuto risultare tra i migliori nella graduatoria nazionale del bando “per la riqualificazione e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei Comuni capoluogo” (DPCM 25 maggio 2016).

Il 6 marzo 2017 il Comune di Brescia siglava con la Presidenza del Consiglio dei Ministri la convenzione per cui, a fronte di una spesa stimata in 50 milioni di euro, vengono assegnati 18 milioni di contributi statali al programma denominato “Oltre la strada: interventi per il sostegno della resilienza di via Milano e la valorizzazione della qualità di vita, della mobilità sostenibile, dell’integrazione, della vita partecipata nel quartiere e la tutela delle nuove e consolidate fragilità”.

Tra le realtà che contribuiscono a valorizzare questa significativa opportunità, anche la Congrega della Carità Apostolica ha richiesto e ottenuto di sviluppare azioni di rigenerazione urbana nell’ambito di via Milano abbinando risorse proprie ai fondi governativi.

Il tutto ha preso avvio nel luglio 2016 quando la Congrega ha proposto al Comune di Brescia una manifestazione d’interesse in partenariato, presentando un piano di riqualificazione di due edifici del Quartiere Mazzucchelli.

Il Mazzucchelli, questo imponente complesso abitativo popolare, marca il volto della periferia cittadina dai primi del Novecento. Nel 1906, allo scopo di rispondere alla grave carenza di alloggi per le famiglie operaie di recente inurbamento, il più antico Sodalizio caritativo bresciano avviò la costruzione del primo lotto, presto seguita da altri interventi. Ne risultò un quartiere composto da 11 fabbricati per un totale di 250 unità immobiliari, perlopiù ad uso abitativo, che la Congrega mette in locazione a canoni inferiori agli standard di mercato.

Nello specifico, l’intervento sviluppato con il piano di “Oltre la strada” consiste nella manutenzione e rifunzionalizzazione di 2 dei 7 fabbricati del lato ovest di via Mazzucchelli. Saranno così realizzate 34 unità abitative oltre a uffici e spazi per attività socio-sanitarie. L’intervento edilizio si sta svolgendo in due fasi temporalmente distinte: i lavori hanno preso avvio dalla Palazzina A al fine di assicurare la disponibilità di alloggio alle famiglie attualmente residenti nella Palazzina B, oggetto della seconda fase d’intervento.

La riqualificazione ha un costo complessivo di 6,8 milioni di euro: 4 milioni di risorse proprie della Congrega e 2,8 milioni di finanziamento pubblico di cui al bando. La progettazione e direzione dei lavori sono affidate all’arch. Bruno Giuliano Tonelli. L’esecuzione delle opere sulla palazzina A sono state aggiudicate dalla ditta COSPEC srl di Travagliato.

Ad oggi i lavori sulla Palazzina A sono quasi giusti al termine, come si può vedere dalle fotografie pubblicato nella galleria sottostrante.