Progetto Piccolissimi

L'importanza del trattamento precoce

Esiste generale accordo sul fatto che una diagnosi anticipata e l’avvio di un intervento mirato possano migliorare la prognosi dei bambini con disturbi dello spettro autistico, insieme alla qualità della vita delle loro famiglie. Le ricerche che valutano gli effetti di una terapia precoce mostrano che i bambini trattati – attraversando un’età nella quale alcuni processi di sviluppo possono ancora essere modificati – presentano progressi significativi sul piano cognitivo, emotivo e sociale.

Fo.Bap Onlus, in collaborazione con la Neuropsichiatria Infantile dell’Azienda Ospedaliera Spedali Civili di Brescia che cura gli screening e le diagnosi già nelle prime fasi dello sviluppo, ha voluto avviare sperimentalmente il “Progetto Piccolissimi”, condotto presso il Centro Abilitativo “Francesco Faroni” di Brescia e considerato all’avanguardia nel panorama nazionale.

I destinatari sono bambini di età inferiore ai 31 mesi con diagnosi clinica di disturbo dello spettro autistico, confermata dalla somministrazione di test specifici. I bambini partecipano ad un programma di trattamento intensivo della durata di 12 mesi, che prevede 10 incontri alla settimana. Alcuni trattamenti sono di tipo diretto (2 incontri al giorno della durata di 45 minuti l’uno, per 4 volte a settimana) e altri di tipo indiretto (2 incontri alla settimana suddivisi tra colloqui con le famiglie e formazione, lavoro da svolgere a casa o a scuola, attività di programmazione e report). Questa prima fase è ha per scopo anche la raccolta di dati finalizzati allo sviluppo di una ricerca che valuti se il modello d’intervento è più efficace rispetto a trattamenti convenzionali, se riesce a produrre modificazioni significative anche nei sintomi cardine dell’autismo e che individui le variabili che predicono il miglioramento o l’evoluzione clinica.  

Il progetto produrrà quindi le prime evidenze che sono necessarie nel panorama scientifico, ma ascoltare i racconti delle mamme che hanno visto i loro bambini migliorare valgono molto di più di qualsiasi prova di laboratorio. “La mia bambina ha cominciato a parlare” – racconta la mamma di Lucia, “ora so come relazionarmi a lei, prima non mi guardava nemmeno”.

Tutto molto bello ed emozionante, ma… per un trattamento di questo genere su un bambino sono necessari più di 10.000 euro e fino ad ora, in via sperimentale, hanno potuto accedervi 6 bambini.

E tutti gli altri? Sono in lista d’attesa. Non ci sono i fondi che possano garantire la terapia. I bambini aspettano e mentre aspettano crescono, perdono l’occasione di migliorare, si avviano verso un futuro incerto apprestandosi a diventare adulti ormai compromessi.

Il Fondo Autisminsieme raccoglie donazioni finalizzate a questo progetto. Le famiglie non devono più essere lasciate sole nel loro percorso e devono avere quanto meno la possibilità di provare a garantire un futuro migliore ai propri figli.

Sostieni il progetto

Contribuisci alla spesa per il trattamento di uno dei nostri piccolissimi

Il Fondo Autisminsieme

Per i minori bresciani con disturbo dello spettro autistico

Una iniziativa di sensibilizzazione e raccolta fondi ideata da Fo.Bap Onlus, Anffas Brescia Onlus, Congrega della Carità Apostolica e Fondazione Dominique Franchi.


In collaborazione con l'Associazione Autismando, un ricco programma di iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento della città.

Contatti

Congrega della Carità Apostolica
via Mazzini 5 - 25121 Brescia
Telefono 030.291561
Fax 030.3751303
 
 

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta aggiornato sulle attività della Congrega e delle Fondazioni amministrate
Please wait